I Chakra

Aggiornato il: apr 1

"I chakra sono centri di organizzazione per la ricezione, assimilazione e trasmissione dell’energia vitale. Sono dei trampolini di lancio tra la terra e il cielo.” Anodea Judith


Dal mese di aprile affronteremo attraverso la pratica degli asana, pranayama, meditazione e contemplazione il viaggio nell'affascinante sistema dei chakra.


I chakra, in sanscrito disco o ruota, sono vortici energetici creati dall’incrocio dei canali in cui scorre la forza vitale del corpo energetico. Oltre al corpo fisico, per lo yoga esiste un corpo energetico, con canali (detti nadi) in cui scorre il Prana Shakti( energia vitale).

I chakra principali sono sette:


  • Muladhara – Chakra radice

  • Svadhisthana – Chakra sacrale

  • Manipura – Chakra dplesso solare

  • Anahata – Chakra del cuore

  • Visuddha – Chakra della gola

  • Ajna – Chakra del terzo occhio

  • Sahasrara – Chakra della corona

Sono posizionati su Sushumna nadi il canale energetico centrale dove si intersecano le nadi Ida e Pingala.

SUSHUMNA è la nadi più importante, situata lungo il canale cerebrospinale, che parte dalla base del tronco e raggiunge l'estremità della testa, chiamata Merudanda.

Attraversa il centro della colonna vertebrale, percorrendo tutti e sette i Chakra e sfociando in Sahasrara, il chakra della corona.


IDA è la nadi che parte dal lato sinistro di muladhara chakra e avvolgendosi intorno a Sushumna termina sul lato sinistro di Ajna Chakra, in corrispondenza della narice sinistra.

Attraverso questo canale scorre l'energia lunare, femminile, fresca, buia, notturna, passiva, intuitiva.

PINGALA è la nadi che parte dal lato destro di Muladhara Chakra e avvolgendosi intorno a Sushumna termina sul lato destro di Ajna Chakra in corrispondenza della narice destra.

Attraverso questo canale scorre l'energia solare, maschile, calda, chiara, del giorno, attiva, razionale.


Ogni chakra vibra a una frequenza diversa dalla più densa alla più sottile o, a seconda del punto di vista, dalla più sottile alla più densa.


I tre chakra inferiori rappresentano le energie primordiali di sopravvivenza, sessualità e potere personale. Il quarto chakra è caratterizzato dalla qualità di equilibrio, amore e compassione. Infine, i tre chakra superiori corrispondono al suono, all'intuizione e alla nostra natura universale.


I chakra sono la mappa che ci conduce alla conoscenza di noi stessi e del nostro sistema energetico. Sono la via che ci conduce alla scoperta del nostro potenziale creativo e alla nostra essenza più autentica.

Anodea Judith definisce il sistema dei chakra il ponte dell'Arcobaleno, che ci guida «verso una trasformazione della coscienza collegando spirito e materia, cielo e terra, mente e corpo».


Durante il mese di aprile ci focalizzeremo sui primi due chakra:

- muladhara (il chakra della radice), alla base della spina dorsale, in corrispondenza del perineo, viene associato alle esigenze primarie di sopravvivenza e sicurezza e quando è in equilibrio percepiamo radicamento e stabilità fisica ed emotiva;

- svadisthana (il chakra della “propria dimora”), in corrispondenza degli organi genitali, viene associato alla nostra capacità di fluire in armonia con gli eventi della vita, e coinvolge profondamente la nostra sfera sessuale, intima, emotiva, quando è in equilibrio siamo in grado di fluire nella vita.



Libri consigliati:

Anodea Judith IL LIBRO DEI CHAKRA. IL SISTEMA DEI CHAKRA E LA PSICOLOGIA

Edito da Neri Pozza

Anodea Judith RUOTE DI VITA

Edito da Macro Edizioni

Anodea Judith YOGA E CHAKRA

Edito da Macro Edizioni

36 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

I piedi

Fermati, respira, senti

Follow Us
  • Instagram - Black Circle
  • Facebook - Black Circle
  • Facebook - Bianco Circle

Shaktimove di Barbara De Benedetto

via del Lavoro,12

33010 Tavagnacco (Ud)

+39 393 9140107

barbaradebenedetto@shaktimove.com

Attività professionale non regolamentata disciplinata ai sensi della legge 14/1/2013 n°4 (G.U. 26/1/2013 n°2)